Attività Firenze Notizie

73° corso base per Volontari CRI

accessocrifirenze

Il 21 Gennaio avrà inizio il 73° Corso Base, che permette l’accesso dei nuovi volontari in Croce Rossa. E’ un corso teorico pratico della durata di 23 ore che prevede argomenti quali la storia della Croce Rossa, il Diritto Internazionale Umanitario e alcuni cenni di primo soccorso. Al termine del corso i nuovi volontari conseguiranno anche il brevetto FULL-D, che comprende la rianimazione cardiopolmonare di base con defibrillatore nell’adulto, le manovre di disostruzione pediatrica e la rianimazione cardiopolmonare di base nel bambino e nel lattante.

Clicca QUI e scopri tutti i dettagli

Notizie dal Comitato Locale

4° Corso DIU: Un successo di partecipazione

Corso DIU 2016

Nella giornata di sabato 17 dicembre u.s. si sono ritrovati, nella sala riunioni del Comitato Regionale CRI Toscana, 96 volontari provenienti dalle varie Unità della regione e da altre realtà territoriali per partecipare ad un appuntamento annuale organizzato dal Comitato di Firenze: il corso informativo di base in Diritto Internazionale umanitario. Questa IV° edizione ha visto la presentazione di circa 150 domande, per cui si è dovuto limitare le presenze per rispettare la capienza della sala che ci è stata messa a disposizione dal Comitato Regionale, in quanto la Sala Verri di Firenze non era disponibile per i lavori attualmente in corso.

Il Presidente del Comitato di Firenze, Lorenzo Andreoni, ha rivolto un saluto ai presenti con l’augurio che questa attività formativa sia utile per la crescita della nostra Associazione ed il Direttore del Corso, Riccardo Romeo Jasinski, ha illustrato le motivazione per cui viene organizzato, motivazioni che si rifanno alla “Strategia 2020” del Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, recepito dalla Croce Rossa Italiana e avente come obiettivi strategici:

  • Divulgazione e promozione del Diritto Internazionale Umanitario al fine di far acquisire una maggiore coscienza critica alla popolazione rispetto ad eventi quali i conflitti armati e l’uso di armi in generale;
  • Sensibilizzazione dei volontari ai Principi CRI;
  • Sviluppo della consapevolezza e acquisizione di una conoscenza dei principi fondamentali della C.R.I. quali elementi guida per l’azione nell’Associazione.

Con queste premesse sono stati introdotti successivamente dai vari relatori gli argomenti su cui si basa la disseminazione del DIU, dalla nozione ai principi fondamentali e all’evoluzione del diritto internazionale umanitario, per poi continuare ad illustrare il Movimento Internazionale e le protezioni sulle singole categorie: feriti, malati, prigionieri di guerra per concludere con la popolazione civile. Specialmente su questo ultimo argomento, purtroppo sempre al centro dell’opinione pubblica per gli eventi presenti nel contesto mondiale di conflitti armati, si è confermata con l’attenzione dei volontari e l’interesse nel conoscere le attività che vengono svolte dalla Croce Rossa per la protezione di questa categoria di vittime della guerra.

Nella mattinata è venuto a salutare i partecipanti il Prof. Paolo Vanni, Referente Nazionale della Storia della Croce Rossa, la cui materia è incardinata nell’Area 4 dei Comitati. Questi argomenti continuano a svilupparsi data l’attenzione che viene posta per conoscere la nostra storia fin dalle origini, non solo a livello internazionale o nazionale ma anche nelle singole realtà in cui operano i Comitati. Il Prof. Vanni ha illustrato le pubblicazioni che sono state realizzate in questi anni e quelle in corso di preparazione nell’ambito di un progetto di recupero della storia della Croce Rossa Italiana. Infine ha annunciato il Convegno Nazionale sulla partecipazione della CRI e della Sanità Militare nella prima guerra mondiale, che si svolgerà nel mese di giugno p.v. a Vallombrosa (Fi).

Nel pomeriggio, con la consegna degli Attestati di partecipazione si è conclusa questa edizione del 2016 in cui i numerosi volontari hanno manifestato la loro soddisfazione per l’organizzazione del corso sia da un punto di vista logistico che didattico; questo si è potuto realizzare grazie alla disponibilità dei volontari del Comitato di Firenze che nei vari ruoli di docente, addetti alla segreteria e alla logistica, hanno contribuito a questo successo.

Riccardo ROMEO JASINSKI

Notizie

Al Tenax: Giovani Cri Firenze con “a noi sta a cuore la prevenzione”

I Giovani della Croce Rossa di Firenze in discoteca
col progetto “A NOI STA A CUORE LA PREVENZIONE
VENERDÌ 2 DICEMBRE 2016 AL TENAX

Nato da un’idea dei Giovani di Croce Rossa di Firenze in occasione della Giornata Mondiale della lotta all’AIDS del 1° dicembre, l’appuntamento dedicato alla prevenzione dell’HIV e delle Malattie Sessualmente Trasmissibili, alla promozione di stili di vita sani e alla sicurezza stradale, ospite di uno dei luoghi del divertimento più frequentati della città, il Tenax.

13909060_902204089908135_1216581978543418722_oDalle 23.00 alle 3.00 di venerdì 2 dicembre, saranno presenti all’interno del locale 15 Volontari che si occuperanno di coinvolgere i clienti disponibili in varie attività di sensibilizzazione, proposte in forma ludica. Sarà allestito un apposito stand con materiale informativo, nel quale verrà proposto un quiz su HIV e altre malattie sessualmente trasmissibili e, qualora l’intervistato risponda correttamente o comunque partecipi attivamente al test, gli verrà regalato un preservativo.

Durante la serata verranno anche mostrati ai presenti gli effetti dell’assunzione di sostanze alcoliche e/o stupefacenti tramite appositi occhiali virtuali che simulano la percezione distorta della realtà di chi ne ha fatto uso.

A fine serata, dalle ore 2 circa fino alla chiusura del locale, verrà allestita una postazione all’uscita della discoteca dove chi è interessato potrà misurare il proprio tasso alcolemico. L’obiettivo è quello di porre l’attenzione su quanto il test possa risultare positivo anche se il soggetto esaminato non si sente affatto alterato ed eventualmente dissuadere coloro che hanno intenzione di mettersi al volante di una vettura in stato di ebrezza, suggerendo loro di lasciar guidare qualcun altro o altrimenti chiamare un taxi. Qualora l’esaminato sia anche conducente di un veicolo e risulti invece avere un tasso alcolemico nel sangue di 0.00, verrà premiato con un gadget.

Analizzando in prima persona il contesto nel quale tutti i giorni viviamo e operiamo” dice Emanuele Grifoni, Responsabile dei Giovani della Croce Rossa di Firenze “abbiamo sentito il bisogno di creare un progetto con lo scopo di sensibilizzare i giovani sulle tematiche di prevenzione alle malattie sessualmente trasmissibili e di sicurezza stradale, in modo tale da ridurre i rischi connessi a una scarsa conoscenza e a comportamenti inadeguati. Questo ci spinge a lavorare proprio coi nostri coetanei e proprio nei luoghi dove certi comportamenti rischiano di essere più diffusi”.

 

Ufficio Stampa – Comitato di Firenze
Mail: ufficio.stampa@crifirenze.it
Tel: +39 3346633623