Category Archives: Attività

Attività Springstage 2016

Springstage 2016: istruzioni per l’uso

springstage2016logo-2COSA METTERE NELLO ZAINO?

Siamo quasi pronti per partire e il dubbio ci assale: ma cosa devo mettere nello zaino per il campo?

Per molti può sembrare una domanda banale ma non lo è affatto! Quindi niente panico e seguite i nostri consigli!

Dormiremo in tende pneumatiche da 12 posti ciascuna, quindi per chi non ha fatto esperienze di campi in emergenza o di formazione, l’attrezzatura necessaria è quella per un campeggio fra amici ricordandosi però che quello che ci dimentichiamo di portare non sarà acquistabile allo spaccio del campeggio quindi dovremo fare definitivamente senza.

  1. sacco a pelo invernale (ci sarà umidità in abbondanza)
  2. coperta supplementare (meglio se di pile, scalda bene e prende poco spazio)
  3. tuta calda per dormire
  4. vestiti civili (vestiario comodo, da casa o da campagna: siamo in mezzo a un prato per cui al mattino e alla sera passeremo in mezzo all’erba bagnata)
  5. ricambi vari (ci rimettiamo alla sensibilità di ognuno ma direi almeno 1 di tutto dall’intimo alle scarpe da ginnastica: restare con i vestiti bagnati la sera quando cala il sole non è l’ideale)
  6. necessaire per la toilette (sapone, asciugamano viso, dentifricio, salviette intime, ciabatte etc). A questo proposito ricordiamo che siamo in un contesto di campo in emergenza ed i servizi sono quello che sono, fare la doccia può essere un’esperienza impegnativa se non impossibile visto che la casa che ci ospita conta solo 2 docce interne e che è tarata per 50 posti letto mentre noi saremo quasi in 130. Possono quindi risultare comode le salviette grandi per il lavaggio del corpo sostitutivo della doccia che solitamente vengono usate per le persone allettate. Il tempo a disposizione è comunque limitato dalle tante attività del campo
  7. bicchiere di metallo o plastica rigida per la colazione
  8. torcia a pile per muoversi la sera e andare in bagno la notte: il campo avrà una torre faro per illuminare durante la sera ma che sarà spenta la notte. Saranno messi a disposizione dei WC chimici in aggiunta a quelli della casa ma in questi non è prevista nessun tipo di illuminazione interna.
  9. necessario per la pioggia (tuta impermeabile, mantella, kway, caloshe o scarponi impermeabili e anche un canotto gonfiabile per percorrere il campo, non si sa mai)
  10. cappellino con visiera (perché siamo ottimisti e speriamo che ci sia tanto sole ma anche perché siamo realisti e sappiamo che quando piove la visiera ci ripara almeno un po’ la faccia dall’acqua a scroscio)
  11. guanti da lavoro per le fasi di montaggio e smontaggio delle tende
  12. se hai difficoltà a dormire in compagnia di chi russa o se sei abituato al buio totale portati dietro quello che può servirti per isolarti dal resto del mondo o rischi di fare compagnia alle civette del bosco accanto

La sera farà discretamente “fresco”, quindi portatevi un maglione in più – da infilare sotto la giacca della divisa se non è di CRI. L’importante è che sia di un colore attinente alla divisa indossata.

In generale ricordati che “non esiste buono o cattivo tempo ma solo buona o cattiva attrezzatura”!!!

Rammentiamo che il campo sarà gestito come un vero campo di emergenza e che al suo interno varrano le disposizioni e le gerarchie come previste in merito.

In ogni momento deve essere possibile sapere con esattezza chi è presente nel campo e chi no per cui, se avessi necessità di allontanarti per qualche motivo, comunica l’uscita alla segreteria.

Ricorda che alla partenza ci si presenta con la divisa completa!

COME ARRIVARE:

Il campo si svolge presso la Tenuta Ferracci in Via della Tassaia, 58 ­ Loc. Polcanto Com. Borgo San Lorenzo, Firenze

Da Firenze: calcolate circa 30/40 minuti di viaggio, da Scandicci 45/55.

DA VIA FAENTINA
Da Firenze imboccate la via Faentina SS302. Dopo il semaforo e il cartello “Polcanto” prendete la strada a sinistra che sale in paese (c’è un’indicazione per il bar). Al bar girate a sinistra e proseguite lungo la strada principale. Fuori dal paese, superate le indicazioni per il “Lake Forest” e proseguite fino all’arrivo alla Tenuta, sulla vostra destra.

DA VIA BOLOGNESE
Prendere via Bolognese, arrivare a Vaglia stazione dei carabinieri. Attraversare il ponte e seguire per Bivigliano. Dopo 3 km di curve e strada stretta, girare a sinistra al bivio per Polcanto. Dopo 4 km troverete la Tenuta sulla sinistra.

 

ATTENZIONE: sabato c’è il “Passatore”, quindi si consiglia di passare dalla via Bolognese.

Attività

GRUPPO DI AIUTO DIPENDENZA DA GIOCO D’AZZARDO

A tutti coloro che si sentono vittime delle conseguenze distruttive del gioco e ai loro familiari.

Perché partecipare?

È un’occasione per prendere coscienza delle proprie risorse e potenzialità, utili nei momenti di difficoltà. È inoltre un’opportunità per superare la tendenza all’isolamento e il senso di imbarazzo, grazie al confronto e alla condivisione dei propri vissuti con persone con una storia simile alla propria, in un clima di aiuto e ascolto reciproco.

Come?

Gli incontri saranno condotti da psicologi e volontari di Croce Rossa formati sulle dipendenze.

Dove e quando?

Gli incontri si terranno presso il Comitato di Firenze della Croce Rossa Italiana in Lungarno Soderini, 11 Firenze nei seguenti giorni e orari:

  • Venerdì 3/06 dalle ore 20.00 alle ore 21.30
  • Venerdì 10/06 dalle ore 20.00 alle ore 21.30

Gli incontri riprenderanno a settembre.

Importante

Il segreto professionale a cui si attengono i conduttori del gruppo è richiesto anche a partecipanti.

ACCESSO LIBERO E GRATUITO

Attività

APERTE LE ISCRIZIONI allo Springstage 2016

 

cover-facebook-springstage-2016

BREAKING NEWS! sono aperte le iscrizioni alla SESTA EDIZIONE dello SPRINGSTAGE, che si terrà a Polcanto dal 27 al 29 maggio. 

I volontari che vorranno partecipare dovranno compilare il modulo online a questo link.

Affrettatevi, le iscrizioni chiudono il 30 aprile!
Per tutte le informazioni potete contattare la segreteria del campo alla mail: springstage@crifirenze.it

ATTENZIONE: per questioni organizzative vi chiediamo di iscrivervi al campo solo se siete sicuri di poter partecipare!
Il Comitato si sta attivando per l’organizzazione logistica necessaria (ricerca tende, brandine, cambusa, servizi igienici aggiuntivi, ecc) quindi, visto che i posti sono limitati, le disdette dell’ultimo minuto potrebbero escludere persone che invece avrebbero partecipato, oppure costringerci a sprecare le risorse – come cibo e materiali – già impegnate per un numero maggiore di partecipanti rispetto a quello effettivo.

Insieme all’iscrizione vi sarà chiesto di esprimere 3 preferenze riguardo all’offerta formativa di cui a seguire trovate il dettaglio:

AREA 1

1-“Tecniche di estricazione complesse”
Il modulo teorico-pratico prevede la presa visione delle principali tecniche di estricazione da veicoli con paziente incarcerato. Tali tecniche verranno analizzate con l’ausilio di filmati e con l’effettuazione di prove pratica su veicoli veri con la collaborazione di una squadra dei vigili del fuoco.

Il modulo è riservato a personale con qualifica TSSA e prevede L’obbligo di DPI completi (scarpe comprese).

AREA 2

2- Corso per Operatore Sociale Generico (OSG)
Corso per Operatore Sociale Generico. Al Corso potranno accedere, fino ad esaurimento dei posti, tutti i volontari. La qualifica di questo corso sarà richiesta per fare attività nell’Area 2 (sportello di ascolto, unità di strada, carcere minorile). Il corso prevede 3 lezioni di 4 ore ciascuna in sede CRI (prima del campo) nei giorni 16/18/20 maggio 2016 ed altre 4 lezioni nei giorni 27/28 maggio dalle 9,30 alle 17,30 con esame teorico finale a test. In seguito i discenti dovranno fare un tirocinio presso il Comitato di appartenenza di 25 ore. Al termine del tirocinio verra rilasciato un attestato CRI riconosciuto a livello nazionale.

AREA 3

3 -Corso Operatore CRI nel Settore Emergenza (OPEM)
Il Corso per Operatore CRI nel Settore Emergenza (OPEM) è un corso teorico-pratico che ha l’obiettivo di preparare i Volontari a partecipare nel contesto delle Attività in Emergenza. Durante il percorso didattico, i discenti potranno conoscere il funzionamento del Sistema di Protezione Civile e il ruolo della Croce Rossa Italiana nella preparazione e risposta ad emergenze e disastri; sviluppare le basi della cultura del rischio e della prevenzione; imparare ad eseguire i compiti tecnico-logistici e utilizzare in sicurezza le attrezzature e le dotazioni disponibili.

Non meno importante, il corso OPEM fornisce le conoscenze propedeutiche per i corsi di specializzazione e di alta specializzazione dell’Area 3.

4- Addestramento e aggiornamento SMTS
Sessione di addestramento e aggiornamento per operatori dei soccorsi speciali SMTS. Aperto ai soli operatori attivi della Squadra SMTS di Firenze. La sessione prevede l’approfondimento tecniche soccorso su corda con toboga, allenamento fisico, addestramento nodi e ancoraggi, uso GPS in dotazione alla squadra.

5- Addestramento e aggiornamento Unità Cinofila
Sessione di addestramento e aggiornamento per operatori Unità Cinofila.
Aperto ai soli operatori delle Unità Cinofile.

AREA 4

6-  Sessione Informativa sulla cooperazione internazionale” (durata 8 ore), integrato dal Modulo “Il Diritto Internazionale Umanitario oggi: Nuovi Scenari, Nuove Tensioni e Nuovi Soggetti…”

Descrizione: parlare di DIU oggi significa parlare di “regole della guerra” nate per conflitti superati e doverle adattare a quello che accade oggi nei nuovi scenari di combattimento: da conflitti non dichiarati ma combattuti come guerre fino ad un terrorismo che, oggigiorno, prende sempre più la forma, le tecniche e le armi di una guerra breve ma intensa. In tutto questo gli Stati moderni riducono le loro unità combattenti, le trasformano in piccole cellule iper-specialistiche e si rivolgono al mercato della sicurezza privata creando Società nuove con compiti vecchi (PMCS) e dedicando i propri combattenti “legittimi” ad azioni al confine con le “covered operation” più volte condannate in ambito internazionali (MOOTW).(aperto a tutti i Volontari, con l’esclusione dell’Area Giovani che hanno una sessione a parte)

7-  Sessione informativa – inter area – sulla politica sul volontariato con focus sulla politica dei giovani e la Youth engagement strategy (durata 8 ore in collaborazione con l’Area giovani) integrato con il Modulo Il Diritto Internazionale Umanitario oggi: Nuovi Scenari, Nuove Tensioni e Nuovi Soggetti
Descrizione: parlare di DIU oggi significa parlare di “regole della guerra” nate per conflitti superati e doverle adattare a quello che accade oggi nei nuovi scenari di combattimento: da conflitti non dichiarati ma combattuti come guerre fino ad un terrorismo che, oggigiorno, prende sempre più la forma, le tecniche e le armi di una guerra breve ma intensa. In tutto questo gli Stati moderni riducono le loro unità combattenti, le trasformano in piccole cellule iperspecialistiche e si rivolgono al mercato della sicurezza privata creando Società nuove con compiti vecchi (PMCS) e dedicando i propri combattenti “legittimi” ad azioni al confine con le “covered operation” più volte condannate in ambito internazionali (MOOTW).; (riservato ai volontari dell’Area Giovani)

Descrizione: le sessioni proposte avranno lo scopo di diffondere informazioni utili nell’ambito della conoscenza del Movimento e delle dinamiche di cooperazione che si verificano al suo interno, nonché di sensibilizzare i Volontari sul territorio sui vantaggi della cooperazione tra i membri del Movimento e gli strumenti a disposizione dei Volontari per migliorare la propria azione in risposta alle vulnerabilità del territorio.

AREA 5

8- Corso per la qualifica di “Operatore EducAzione alla Pace”:
La quotidianità è campo di azione di atteggiamenti conflittuali, tra i quali razzismo, pregiudizio ed omofobia. Considerando la Pace come un processo dinamico, le iniziative dei Giovani di Croce Rossa Italiana hanno come obiettivo l’Azione, intesa come presa di coscienza delle differenze, capacità di accettazione e desiderio di scoperta dell’altro. I Giovani di Croce Rossa Italiana desiderosi di creare circoli virtuosi di rispetto e fratellanza portano in azione varie attività, rientranti nel campo di EducAzione alla Pace. Il corso porterà i partecipanti alla conoscenza dei toolkit delle varie attività e progetti, tra le quali “Nelson” sul bullismo, allo sviluppo delle competenze di gestione d’aula sino alla comprensione della peer education; quest’ultima, metodologia di insegnamento del corso stesso. Il corso, di sedici ore, porterà i partecipanti, obbligatoriamente under 32, a ricevere la qualifica di “operatore di EducAzione alla Pace”, ad essere parte attiva della costruzione di un mondo migliore, in cui le differenze siano viste come potenzialità ed il cui diritto alla felicità, intrinseco ad ogni uomo, sia rispettato.